Vaccini negletti

Notevoli progressi sono stati fatti negli ultimi anni nel rendere disponibili un numero maggiore di vaccini nei paesi in via di sviluppo, grazie a diverse organizzazioni internazionali. Si tratta principalmente della serie di vaccinazioni di base dei neonati e i loro richiami (Tetano, Difterite, Pertosse, Polio, Hib, Epatite B). Oltre queste malattie infettive pediatriche che sono state oggetto di grande interesse, molte altre malattie che causano la morte di milioni di bambini ed adulti rimangono ancora oggi senza un vaccino.

In risposta a questa necessità, diverse organizzazioni internazionali quali OMS, GAVI Alliance, Bill & Melinda Gates Foundation, UNICEF e molte altre, hanno sviluppato strategie globali sempre più avanzate ed implementato piani strategici con il fine comune di combattere le malattie infettive tramite vaccinazioni. I loro progetti consigliano ed incoraggiano lo sviluppo dei vaccini per i quali c’è una drammatica necessità nei paesi più poveri, trovando le risorse economiche necessarie ad introdurre e mantenere i programmi di vaccinazione nei medesimi paesi in cui queste malattie infettive risultano endemiche, coinvolgendo fin dall’inizio le autorità locali.

La Fondazione ha scelto di concentrare i propri sforzi sulle infezioni enteriche, diarree e dissenterie, che rappresentano la prima causa di morte nei bambini sotto i 5 anni, con un numero di decessi stimato tra 1.350.000 e 1.800.000 l’anno, oltre che causare decine di milioni di ospedalizzazioni ogni anno. Tuttavia la tecnologia globale è avanzata a tal punto da poter sviluppare nuovi, efficaci e sostenibili vaccini contro queste malattie: tutto ciò che manca è un progetto che conduca a termine il loro sviluppo.

Fonte: Level & Trends in Child Mortality, Report 2015, ONU.

 

Principali malattie infettive causa dei decessi di bambini di età inferiore a 5 anni. 

Fonte: WHO 2015.